Blog: http://manualediresistenza.ilcannocchiale.it

noi siamo da secoli calpesti e derisi

Navigo sul web come una pazza, alla ricerca di una rete possibile, che unisca tutti i "resistenti" in un unico spaventoso popolo, unica forza in grado di interrompere questo teatrino degli orrori che è l'Italia.
Ma più cerco, più trovo movimenti già costituiti, con un manifesto chiaro e tondo e l'assurda speranza di essere la soluzione più giusta per tutti. Spazi web volenterosi ma immodesti.
Un po' come dicevo qualche post fa, tanti novelli Travaglio e altrettanti Grillo.

Dietro alle pubblicazioni curate e professionali non ci sono che persone come me, eppure io mi sento una ciabatta, quando vedo che già esistono nuovi loghi con il tricolore, o quando percepisco la caparbietà degli autori e la rigidità dei manifesti.

E' evidente che un sito internet con duecento accessi al giorno non è la soluzione, considerato che neanche L'Antefatto, con i suoi 150.000 visitatori unici, può bastare.

Il nostro lumino in fondo al tunnel esiste, ma essendo solo uomini e donne, con i nostri limiti, fatichiamo ad accettarlo: la Costituente.
Per quanto sia affascinante il ruolo del partigiano, l'esempio più degno dei nostri tempi non è l'irriducibile giustiziere, ma un'assemblea di pensieri diversi, ragionevolmente impegnata nella ricerca della decenza.

Ci sono molti problemi da risolvere, e lo sappiamo tutti benissimo.
Al momento l'unica cosa che conta è riunirsi.
Questi sotto-gruppi pieni di entusiasmo vanno bene per sfogare la frustrazione, ma non serviranno a salvarci.
Quindi credo sia proprio il caso di mettere da parte i dettagli, smetterla di fare distinzioni fra nuovi anarchici vs nostalgici del comunismo, movimenti vs partiti, locali vs globali, e via andando.
Credo sia proprio il caso di concentrarci sul nostro comune bisogno di vedere rispettata la legge.

Per rendere al popolo la legittima sovranità, è necessario che il popolo sia unito.

Quindi invito tutti gli "attivi" a operare meno sul proprio sito internet, a lasciare magari da parte loghi e grafica, per mettersi in contatto con tutti gli altri, cercando di non fare troppo gli schizzinosi, che non è assolutamente il caso.

Pubblicato il 22/4/2010 alle 14.6 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web